Dott. Baranello
Articoli dell'Autore
Pagina Dott. Baranello

Pensieri & Idee
(rubrica chiusa)
gli articoli di questa rubrica vanno letti come pensieri ed appunti aperti degli autori pubblicati

altre rubriche


Psicologia: una Risorsa per la SAlute


Marco Baranello

Per una psicologia dei bisogni e desideri
pensieri e idee sulla differenziazione concettuale tra bisogno e desiderio

Ritengo che un costante mancato riconoscimento dei bisogni fondamentali del bambino durante le prime fasi del ciclo vitale (ed oltre) da parte delle figure che si prendono cura di lui, costringa il bambino stesso ad una distorsione percettiva delle proprie esigenze motivazionali fino a fargli costruire ed introiettare delle categorie motivazionali distanti dalle vere esigenze (quello che Winnicott chiama falso-sé).

Il bambino inizia a rappresentare le motivazioni di compromesso come un'esigenza esprimendo il desiderio della soddisfazione di questo pseudo-bisogno.

Si verifica che il "desiderio" tende ad allontanarsi dal bisogno di base (la necessità). Maggiore è la distanza tra il bisogno e il desiderio maggiore potrebbe essere la gravità del sintomo fino al costituirsi di una vera e propria sindrome psichica, ma questo si inserisce in un preciso quadro di personalità, personalità che si costruisce a sua volta sulla base di un rapporto tra i bisogni fondamentali e i desideri.

Il desiderio rappresentato come motivazione, può essere un desiderio della madre introiettato, ad esempio, ovvero una richiesta ambientale. Un mancato riconoscimento dei bisogni fondamentali del bambino (bisogni inseriti all'interno di un quadro complesso di sistemi motivazionali), una carenza da parte dell'ambiente, forza il bambino (ai fini della propria sopravvivenza) a riconoscere erroneamente il suo bisogno con quello interpretato dalla madre, dall'ambiente, dai caregiver, che non riescono ad adeguarsi alle richieste motivazionali del bambino. Questo crea un desiderio relativo al soddisfacimento di un bisogno male riconosciuto che quindi in qualche modo si allontana da un desiderio utile ai fini di uno sviluppo sano del Sé.

I desideri che, secondo quanto propongo in seno a una psicologia che tenga in considerazione la differenza tra bisogni e desideri, si formano secondariamente rispetto ai bisogni, possono essere espliciti, impliciti, consci e inconsci (anche se preferire un concetto più moderno di subliminale a quello indimostrabile di inconscio). Mentre può esistere un "inconscio" che non è mai stato conscio, quindi diverso dal rimosso, in cui è possibile rintracciare i bisogni fondamentali non riconosciuti dall'adulto significativo, i desideri non consapevoli fanno parte di quel subliminale "sede del rimosso".
Cerco di spiegare una nuova psicologia che si sta affacciando utilizzando concetti che partano da presupposti psicodinamici per permettere, anche a chi è aderente alla psicologia filosofica, come sto facendo anch'io, di traghettarsi verso una nuova visione scientifica della psicologia contemporanea.

Se volessimo provare con un esempio, il desiderio di sudicio di un depresso potrebbe parzialmente essere visto come reattivo ad un desiderio subliminale omicida nei confronti di una figura significativa. Però il bisogno fondamentale non coincide con nessuno dei due desideri. Quindi è subliminale il desiderio di uccidere l'altro e potrebbe essere "inconscibile" il bisogno fondamentale. Da ciò potremmo ipotizzare sia possibile creare una gerarchia tra i desideri fino ad arrivare al bisogno primario non adeguatamente riconosciuto. Sto parlando di un'analisi o "psico-analisi" dei bisogni e desideri.
Credo infatti che una distinzione concettuale tra bisogno e desideri sia fondamentale sia per chi aderisce a una psicologia filosofica, come buona parte degli approcci psicodinamici, sia a chi aderisce alla nuova psicologia scientifica di tipo psicofisiologico.

Dott. Marco Baranello

Baranello, M. (1999)
Per una psicologia dei bisogni e desideri.
SRM Psicologia Rivista (www.psyreview.org).
Roma, 10 luglio 1999.


 

Psyreview.org - Psychological Sciences Review | tutti i diritti riservai | all rights reserved
VIETATE LA COPIA E LA DISTRIBUZIONI ANCHE PARZIALI IN ASSENZA DI AUTORIZZAZIONE
1999-2020

 rivista aperiodica gruppo SRM Psicologia dal 1999
articoli e pubblicazioni scientifiche in tema di psicologia clinica, psicologia emotocognitiva, psicopatologia, psicologia età evolutiva, neuroscienze e scienze affini